immagine s-chiusi con date e orari.png

Foto di Paolo Cardona

UN PROGETTO DEL DOSSIER DI PARMA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2020+21 

Ideazione e realizzazione

Associazione Micro Macro


Direzione artistica

Flavia Armenzoni, Riccardo Reina

Organizzazione

Flavia Armenzoni, Alice Malvisi
 

Comunicazione

Alessandra Belledi, Angela Forti
 

Allestimenti tecnici e luci

Andrea Bovaia (Teknostages), Massimiliano Sacchetti e Andrea Alfieri

 

Si ringrazia

Fondazione Teatro Regio per i materiali di allestimento e AOT-Community Art Gallery per la collaborazione;

i proprietari dei negozi Elisabetta Dall’Asta, Filippo Ferramola, Carmen Zucchi, Luca Paterlini, Angelo e Pietro Carretta.

 
 

SETTE MUSEI EFFIMERI PER LA CITTA

 

Un gruppo di teatro, i negozi sfitti per le vie della città, una capitale della cultura durante la pandemia: questi gli ingredienti per inventare i Musei Effimeri. Una parola che ha a che fare con la permanenza accanto ad una fragile come i luoghi disabitati, come gli artisti e l’arte del teatro. I negozi di prossimità, luoghi da preservare, trasformati in spazi che preservano, anche se in modo diverso.  A questi musei si accede solo accompagnati dalle guide effimere, che tentano di conservare ciò che si sottrae al ricordo, di mettere in mostra quel che si cela allo sguardo di chi non vuole vedere, o di chi non ne ha il tempo. 

I Musei Effimeri sono unici come i pezzi che ospitano, destinati a scomparire in fondo ai nostri occhi, una volta rubati per un istante ai mondi cui appartengono. Per questo dobbiamo essere lì, pronti a guardare. Perché loro non staranno  sempre lì ad aspettarci. Anzi.

B.go Parmigianino 5

MUSEO EFFIMERO DELLA FIABA

A cura di Emanuela dall'Aglio

La professoressa Gallina Cicova è una scienziata ricercatrice che gira il mondo, si introduce nelle fiabe per  raccogliere  reperti e li custodisce in questo insolito museo. Sono cimeli, oggetti, tracce e profumi appartenenti ad alcune delle più note fiabe e favole della tradizione,  le  fiabe dei Grimm e di Andersen,  Il mago di Oz, Alice nel Paese delle Meraviglie, Il Piccolo Principe.

B.go Piccinini 2/B

MUSEO EFFIMERO DI QUELLO CHE SIAMO 

A cura di Beatrice Baruffini, Riccardo Reina, 

Yele Canali

Errori, attese, parole importanti, desideri, cose perdute: tutto ciò che la cittadinanza ha lasciato durante il progetto di Botteghe a Raccolta (maggio 2021) esposto in una collezione particolare, una capsula del tempo poetica che racconta quello che siamo, parla del nostro presente, diviene memoria per i posteri. Si fa inventario ad uso futuro. 

Galleria Polidoro 4/B

MUSEO EFFIMERO DE LES MÈMOIRES D’UN TROU DE SERRURE *dal 16 ottobre 

A cura di Alain Moreau di Tof Théâtre (Belgio)

Jean è un artista in pensione, una marionetta a taglia umana, che vuole mettere la sua lunga esperienza a disposizione della comunità. Dopo estenuanti tournée a Parigi, Lisbona e finanche in Vietnam, istalla a Parma il suo museo effimero per svelarci un mondo segreto e indiscreto, denso di umorismo sognante e dissacrante, solo per adulti.

Via Romagnosi 6

MUSEO EFFIMERO DELLE LETTERE D'AMORE 

A cura di Chiara Renzi e Daniele Bonaiuti

Nell'estate 2020, l'invito alla cittadinanza a scrivere a mano una lettera d’amore, per riscoprire il desiderio dell’incontro, delle relazioni e della cura attraverso la pratica della scrittura epistolare. Ora questa incandescente collezione di parole, temi e materiali,  viene arricchita e rivisitata  per diventare un’esperienza visiva e sonora di  un’opera poetica collettiva il cui contenuto non si ferma mai. 

Galleria Polidoro 5/A

MUSEO EFFIMERO DI ANTROPOLOGIA ALIENA

A cura di Chiara Renzi e Daniele Bonaiuti

Cosa ci nascondete voi esseri umani? Vivete davvero sul pianeta terra? Possiamo comprendere i vostri comportamenti? 
Il museo nasce dalla necessità di trovare risposta a queste e altre domande.
Smonteremo le credenze che vogliono la vostra specie come l'unica intelligenza presente nell'universo. Antropologi alieni, storici, e un po’ socio-linguisti siamo qui per studiarvi, dotati di tecnologie quantiche a voi ancora sconosciute. 

B.go Fornovo 14

presso AOT Community Art Gallery

MUSEO EFFIMERO DELLA BUGIA *dal 16 ottobre 

A cura di Riccardo Reina e Yele Canali

Può la bugia essere considerata una forma d'arte? E l'arte? può a sua volta essere considerata una forma di bugia? Un’effimera galleria d'arte ospita la mostra personale retrospettiva di unə artista tra i più provocatori sulla scena della contemporary visual performing art.

Via D'Azeglio 62/B

MUSEO EFFIMERO OLTRE IL TORRENTE 

A cura di Riccardo Reina e Yele Canali

Il mondo oltre il torrente è un mondo strano, esplorato infinite volte ma mai del tutto conosciuto. Forse a causa della sua consistenza, a metà tra la luce e la nebbia, per cui sembra sempre in procinto di dissolversi anche se poi, ancora una volta, resiste. Un mondo oltre il ponte che è un ponte a sua volta, verso dove non si sa. Per scoprirlo è nato un museo di immagini in movimento, una piccola collezione di figure immaginarie di vite immaginate nel quartiere oltretorrente.

TUTTI GLI APPUNTAMENTI SONO A INGRESSO GRATUITO.

PER INFORMAZIONI:

associazionemicromacro@gmail.com

353 4097421

La manifestazione si svolge nel totale rispetto delle vigenti normative in materia di contenimento dell'epidemia da Covid-19.

Per accedere ai Musei Effimeri sarà necessario esibire il Green Pass.

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona